ic1Notizie
Scopri le notizie riguardanti il Dottore

 

reparto 1

 

Dal 1 novembre 2018 l’organico dell’UO ORL dell’Ospedale di Magenta è aumentato grazie all’arrivo del Dr Tullio Gambardella, proveniente dall’Ospedale San Giuseppe di Milano.

Ciò  permette di consolidare quanto avviato in questo anno e mezzo e di programmare per il prossimo futuro un ulteriore incremento dell’attività ambulatoriale e chirurgica. 

 

Un grazie doveroso va al Dr Massimo Lombardo, Direttore Generale dell’ASST-OVEST MI ed al dr Stefano Schieppati, Direttore Medico dell’Ospedale di Magenta. 

Il nostro impegno sul territorio è, inoltre,  sempre di più riconosciuto tanto che il Corriere Alto Milanese ci ha dedicato un interessante articolo con una video intervista nell’edizione del 15 novembre 2018.

/ scritto da

Lunedì 17 dicembre è stata una giornata speciale. I colleghi ed amici dell’HGUGM di Madrid , dr Miguel Ariestegui, il Dr Mario Fernandez ed il Dr Carlos Martin sono venuti a trovarmi per assistere ad una sessione di chirurgia aperta 3D.

vitom2 17.12

  E’ stato estremamente interessante potermi confrontare con dei colleghi di assoluta competenza e       professionalità su un tema così attuale quale l’impiego di nuove tecnologie nella nostra specialità.

/ scritto da

La Storz  ha gentilmente concesso l’utilizzo del sistema VITOM 3D all’UOC  orl di Magenta per 10 giorni.

Il VITOM 3D è un sistema  rivoluzionario per la visualizzazione di interventi microchirurgici e di chirurgia aperta. Comprende un telecamera esterna (esocamera) comandata tramite un  IMAGE1 PILOT  fissato al tavolo operatorio,  nelle immediate vicinanze del chirurgo, che permette di modificare lo zoom, il fuoco e di spostare entro certi limiti e  nelle quattro direzioni l’inquadratura del campo operatorio.

 

 

Vitom 2

cof

 

 

 

 

 

Le immagini vengono riprodotte su uno schermo ad alta definizione con una visione 3D possibile a tutti gli operatori indossando gli appositi occhiali.

Abbiamo provato VITOM 3 nella chirurgia della parotide e della tiroide.

I risultati sono superiori ad ogni previsione.

 Il sistema è molto semplice da posizionare , compresa la copertura con le cappe sterili.

 

cof

cof

 

 

 

 

 

 

 

La qualità delle immagini, comprese quelle a massimo zoom , incredibili: si apprezzano dei dettagli anatomici impensabili ovviamente ad occhio nudo ma anche con la visione microscopica. Con conseguente maggiore sicurezza nella dissezione anche più complessa.

E risulta immediato, evidentemente per la grande qualità del sistema, adattarsi ad operare una chirurgia aperta guardando le immagini che appaiono sullo shermo.

Insomma, esame ampiamente superato.

/ scritto da

Dal 16 al 19 maggio sì e svolto il 105° Congresso Nazionale della SIO. Appuntamento come sempre molto interessante. Ho avuto il piacere di parteciparvi come Relatore al Corso Monotematico dal titolo “Tecniche di ricostruzione dopo parotidectomia allargata”, insieme alla collega Rosalia Souviron dell’HGUGM  di Madrid.. Anche in questa occasione è emersa chiaramente la tendenza per la chirurgia del futuro, approcci sempre più conservativi e assistiti da tecnologia  robotica, 3D o endoscopica 3D flessibile con canali operativi.sdroznorcof

/ scritto da

Quest’anno il Congresso Europeo di Oncologia della Testa e del Collo si è svolto a Roma dall’11 al 14 aprile 2018. Incredibili sono i passi in avanti fatti nel trattamento di questa patologia. E’ stato ribadito il ruolo fondamentale della gestione multidisciplinare di questi pazienti. Una attenta valutazione da parte di un team con comprovata esperienza offre senza dubbio maggiori possibilità di guarigione.cof

I colleghi oncologi hanno presentato gli importanti progressi in ambito di biologia molecolare con la scoperta di nuove proteine implicate nello sviluppo dei tumori testa-collo e numerosi protocolli in fase di studio in ambito di immunoterapia.

In ambito chirurgico la tendenza è quella di utilizzare sempre di più approcci miniinvasivi in associazione alle sempre più efficaci terapie adiuvanti. E in quest’ottica la tecnologia prova ad entrare con prepotenza anche nelle sale operatorie ORL .

oznor

Dal  Robot da Vinci, già in uso da alcuni anni e preso in prestito da altre specialità, siamo passati ad una seconda generazione di  chirurgia robotica/endoscopica a disposizione del  chirurgo oncologo della testa e del collo molto più efficace. cof

Macchine con strumenti e tecnologie disegnate su misura per il distretto anatomico molto particolare lavoriamo. Tra le tante ricordiamo il sistema  TOUSS sviluppato da Olympus, il Sistema FLEX, un endoscopio con capacità di ruotare la testa di 180° provvisto di due canali operatori fino al Vitom 3D. Una telecamera esterna (esocamera) permette di riprodurre le immagini su uno schermo ad alta definizione, in 3D e con la possibilità, attraverso un piccolo joy stick manovrabile dal chirurgo, di variare lo zoom

  L’UOC di ORL dell’Ospedale di Magenta proverà il Vitom nella chirurgia aperta del collo dal 28 maggio al 1 giugno.

/ scritto da